La filiera della pasta alla sesta edizione del Pastaria Festival. Ecco le immagini

4 Novembre 2022 Off Di Pastaria

Grande partecipazione al Pastaria Festival 2022, l’evento che ha riunito a Parma lo scorso 30 settembre i protagonisti della filiera della pasta in una giornata di convegni e networking.

Oltre 250 gli operatori della filiera della pasta alimentare che si sono dati appuntamento a Parma per la sesta edizione del Pastaria Festival, svoltasi lo scorso 30 settembre. Numeri alti e tutt’altro che scontati dopo due edizioni fortemente condizionate dal Covid, che aveva obbligato nel 2020 alla rinuncia alla presenza fisica, relegando l’evento entro gli stretti confini del virtuale, e indotto nel 2021 alla scelta di una sua versione ibrida, ma con un programma ridotto, con la rinuncia al format tradizionale e con la collocazione fisica in un contesto fieristico, sicuramente non ideale per il festival.

Sale piene, comunque, in quest’ultima edizione, dall’apertura alla chiusura della manifestazione, che ancora di più colpiscono se si considera la difficilissima congiuntura economica cui i produttori devono far fronte, che certo non favorisce la miglior predisposizione d’animo per la partecipazione a qualunque iniziativa e gli spostamenti in generale, specie per pastifici di ridotte dimensioni e poco strutturati.

Ad aprire i lavori, come di consueto, è stato Lorenzo Pini, editore e direttore responsabile di Pastaria, che nel dare il benvenuto ai presenti ha rammentato la finalità che anima il Festival, espressa nel suo payoff (Sharing know-how on pasta manufacturing), ovvero la volontà di coinvolgere i principali attori della filiera in una giornata di condivisione di saperi e competenze sull’attività di produzione di pasta, intesa nel più ampio senso possibile, ricordando anche la natura intrinsecamente collettiva del festival, reso possibile grazie al sostegno e alla stretta collaborazione di associazioni, università, aziende, ordini professionali e sponsor.

La sessione di apertura del festival ha offerto ai presenti gli interessanti contributi di Paolo Barilla (Barilla G. e R. F.lli), Riccardo Felicetti (presidente dei pastai di Unione Italiana Food), Gherardo Bonetto (segretario generale di APPF), Fabio Fontaneto (presidente di APPAFRE) e Carl Zuanelli (presidente della statunitense National Pasta Association e dell’associazione International Pasta Organisation).

Il programma

7 convegni, 1 tavola rotonda, 1 seminario, 2 assemblee annuali di associazioni internazionali (dell’Union des Associations
de Fabricants de Pâtes Alimentaires de l’U.E. e dell’International Pasta Organisation) hanno composto l’ampio programma del Pastaria Festival 2022, che si è svolto per l’intera giornata su più sale in sessioni parallele.

Questi i convegni in programma, parte dei quali tradotti in simultanea in lingua inglese:

  • Pasta fresca: produzione, ingredienti innovativi e conservazione; 
  • Packaging e shelf life della pasta alimentare;
  • Pasta secca: ingredienti, qualità, origine e nutrizione;
  • Certificazioni volontarie di qualità nella piccola e media impresa: benefici e criticità (convegno organizzato da APPAFRE);
  • Consumi, tendenze e opportunità per la pasta alimentare nei mercati nazionale e internazionale; 
  • Qualità e Automatizzazione dalla produzione al confezionamento di pasta secca e fresca: ne parlano i protagonisti di Ipack-Ima (convegno organizzato da Ipack-Ima);
  • Biologico e sostenibilità nella filiera della pasta. Tra filosofia aziendale e mercati di sbocco (convegno organizzato da Molino De Sortis e New Flavours).

Presenza involontaria di allergeni negli alimenti: approccio integrato per una corretta gestione nel pastificio è stato invece il tema affrontato nel corso dell’animata tavola rotonda, che ha rappresentato una delle novità dell’ultima edizione del Pastaria Festival.

Il seminario ha invece offerto, dopo il successo del webinar di Pastaria dedicato allo stesso tema svoltosi lo scorso maggio, una panoramica su Principali agevolazioni e contributi a favore delle imprese della filiera della pasta alimentare. Focus su credito d’imposta beni strumentali 4.0.

58 sono stati i relatori coinvolti, 11 le università italiane, che hanno potuto trasferire agli operatori professionali dei pastifici i risultati dei più recenti studi sulla pasta condotti in ambito accademico.

Il convegno in diretta streaming su Zoom

Al convegno Pasta secca: ingredienti, qualità, origine e nutrizione, che si è svolto nel corso del pomeriggio, gli operatori iscritti a pastaria.it hanno potuto partecipare anche da remoto, collegandosi alla piattaforma Zoom.

L’edizione 2022 del Pastaria Festival ha pertanto mantenuto, seppure parzialmente, una sua forma ibrida (in presenza fisica e virtuale), per consentire a quanti non abbiano potuto essere presenti a Parma di fruire di alcuni dei contenuti in programma.

Gli atti

Gli atti del Pastaria Festival saranno pubblicati a puntate sui prossimi numeri di Pastaria.

La prossima edizione

La prossima edizione del Pastaria Festival si svolgerà nel settembre 2023. La data e il luogo saranno presto annunciati dalle pagine di Pastaria. Le aziende interessate a diventare sponsor dell’evento possono già richiedere il programma di sponsorizzazione, via email, o telefonando allo 0521 1564934.

 

Il programma completo

È possibile scaricare il programma completo del Pastaria Festival 2022

  Pastaria Festival 2022 - Programma (alta risoluzione) (9,1 MiB, 662 hits)

  Pastaria Festival 2022 - Programma (bassa risoluzione) (3,1 MiB, 326 hits)

  Pastaria Festival 2022 - The programme (high resolution PDF) (9,1 MiB, 123 hits)

  Pastaria Festival 2022 - The programme (low resolution PDF) (3,1 MiB, 107 hits)

Gli sponsor del Pastaria Festival 2022