Chef Italia, il cliente prima di tutto

14 Febbraio 2014 Off Di Pastaria

Piatti pronti, pasta fresca precotta e surgelata e tanto altro: è la produzione di Chef Italia che da Castelvetro modenese delizia i consumatori di tanti Paesi del mondo.

I gusti son gusti e non solo non si discutono, ma vanno anche assecondati. Questo detto che è diventato una legge di mercato, sembra essere alla base dell’attività di Chef Italia, nota società a responsabilità limitata del modenese che produce pasta fresca, ma soprattutto piatti pronti.

Ciò che maggiormente caratterizza un’impresa dedita in gran parte alla produzione pastaria, è infatti l’alta qualità del servizio e la straordinaria capacità di adattare la produzione alle specifiche esigenze del cliente, qualunque esse siano.

“Alcuni piatti che per noi italiani sono preparati in un certo modo o con determinati ingredienti non sempre, così come sono nati, incontrano i gusti dei consumatori dei Paesi esteri in cui operiamo. Accade che anche in ambito nazionale, dove le usanze locali sono svariate, certe ricette cambino in qualche dettaglio da regione a regione o che in determinate zone sia richiesto l’impiego di un ingrediente e non di un altro. In tutti questi casi la nostra produzione si adatta senza difficoltà, creando una ricetta ad hoc oppure modificando quella classica sulla base dei suggerimenti dei clienti.  Non siamo ancorati a dei prodotti standard, ma piuttosto creiamo piatti che siano completamente soddisfacenti per uno specifico mercato di riferimento e per il cliente che ce li chiede. Questo noi facciamo di norma e questo noi cerchiamo di fare sempre al meglio” precisa Jonathan Sola, amministratore di Chef Italia, impresa avviata nel 2011 assieme a suo fratello Alex e al socio Alberto Monari.

“Ciò che fate non è però solo questo” – ci verrebbe da dire. Chef Italia non è nota infatti unicamente per la sua capacità di adattamento alle richieste della clientela. Ciò che caratterizza questa impresa è certamente la qualità elevatissima del servizio offerto, ma anche la bontà del prodotto, la dinamicità commerciale che ne permette una presenza nei mercati locali ed esteri, ma soprattutto l’esperienza nel campo. Non si creda infatti che la storia di questa azienda inizi tre anni fa con l’avvio della società a responsabilità limitata. Tutt’altro. Jonathan e Alex Sola, quest’ultimo anche direttore della produzione di Chef Italia, sono figli d’arte. I due sgambettavano dietro il bancone di un pastificio quando ancora portavano i calzoni corti e facevano le scuole dell’obbligo. L’avventura imprenditoriale inizia infatti a Castelvetro già nel 1977 in uno dei più antichi e suggestivi paesini della provincia di Modena, dove i fratelli Luciano e Graziano Sola avviarono da prima un piccolo laboratorio per la lavorazione di prodotti a base di carne e poi un pastificio che gestiva due linee di produzione, di cui una di pasta fresca e una di piatti pronti.

È il 2002 l’anno della svolta, quando, tra le varie cose, l’impresa prende il nome di “Modena Sapori“ quasi a sottolineare l’appartenenza ad un territorio da sempre riconosciuto come sinonimo di grandi tradizioni culinarie. Da qui parte il potenziamento delle due linee per la produzione di pasta fresca e piatti pronti che oggi, dopo ulteriori vicissitudini societarie, trova in Chef Italia nuova vita e nuova linfa.

Seguendo le orme del padre e dello zio, fondatori di Modena Sapori, i due giovani fratelli Sola, infatti, hanno deciso che l’alimentare sarebbe stato per loro non solo il passato, ma anche il futuro professionale. Hanno voluto intraprendere la strada dell’istituto alberghiero per acquisire una preparazione in questo campo sia dal punto di vista teorico, sia da quello pratico. Alberto Monari, socio di Chef Italia, vanta invece una formazione maggiormente orientata alla vendita. E’ parso quindi naturale anche per lui, quando i tempi si sono mostrati maturi, raccogliere la sfida, scommettere su se stesso e mettere le sue altissime competenze a disposizione di un progetto nuovo dove il suo ruolo fosse di imprenditore.

Queste ed altre altissime professionalità valgono a Chef Italia una produzione di 50 quintali al giorno (che rappresenta appena la metà della potenzialità degli impianti), distribuite su cinque linee di prodotti. La dinamicità e la capacità di questi imprenditori e dello staff, valgono la presenza nei mercati della Francia, della Spagna, della Germania, della Danimarca, del Belgio e dell’Inghilterra, ma anche di Paesi più distanti geograficamente come il Giappone, gli Stati Uniti e ora pure il Messico. Il riferimento è per il 65% la Grande Distribuzione Organizzata, ma non manca la presenza nel canale Ho.Re.Ca e nel catering.

Continua la lettura, scarica la rivista

  PASTARIA DE (digital edition) 2014 n. 1 (ITALIANO) (21,0 MiB, 2.078 download)
Registrazione necessaria. Sign-up to download.

  PASTARIA INTERNATIONAL DE (digital edition) 2014 n. 1 (ENGLISH) (23,9 MiB, 1.129 download)
Registrazione necessaria. Sign-up to download.