Pasta Lagano, pasta di Roma

20 Gennaio 2014 Off Di Pastaria

Una giovane azienda produce artigianalmente pasta secca di qualità nella capitale d’Italia: si chiama Pasta Lagano, il pastificio dei signori Capannelli.

di Oretta Zanini De Vita

Di questi tempi c’è voluto davvero un bel coraggio ad aprire un pastificio di pasta secca a Roma; in un antico quartiere, arrampicato sulle colline che costeggiano il Tevere, lungo l’antica via Campana, dove agli inizi del Novecento si aprì uno dei primi insediamenti industriali. Eppure i coniugi Capannelli non si sono persi d’animo: hanno attrezzato un bel  locale, ampio e luminoso, di circa 150 mq, lo hanno rifornito di macchinari di Pama Parsi Macchine – pressa ed essiccatore –  e si sono rimboccati le maniche. è stato Luca, il titolare, che un bel giorno ha esternato alla moglie il desiderio di aprire un pastifico; lei, dapprima,  dovette averlo guardato con occhio interrogativo e dubbioso, ma lui, che sapeva dove voleva arrivare, non ha impiegato molto tempo a convincerla. Personaggio tutto romano, Luca, lo aveva affascinato la storia delle antiche paste romane, dalla tracta ricordata da Apicio, alla lagana del poeta Orazio, che amava farsela preparare in una zuppa di ceci e proprio da questa, a sottolineare la romanità dei prodotti Lagano, prende il nome la nuova azienda.

Luca, dopo aver frequentato un corso appropriato, e soprattutto dopo aver convinto la moglie sulla bontà  del progetto, ha compiuto il passo successivo, quello cioè di partire. E il risultato, nonostante i tempi bigi, è cominciato ad arrivare: per ora lavorano in due con qualche rincalzo nei momenti di maggior produzione, ma il futuro, con un prodotto di eccellenza, è già roseo.

Attualmente la Lagano produce dai 12 ai 15 quintali al giorno a seconda dei formati. E le loro paste sono davvero una festa, legate come sono al mondo mediterraneo; non mancano gli ormai gettonati e napoletanissimi paccheri e mezzi paccheri, non manca la calamarata che imita i calamari tagliati a rondelle, per cui il consiglio è quello di  prepararla sempre con un condimento a base di pesce; poi non mancano i formati tradizionali come penne e maccheroni; in tutto i formati sono una quindicina, ai quali aggiungono oggi anche la pasta colorata con aromi naturali…

Continua la lettura, scarica la rivista

  PASTARIA DE (digital edition) 2013 n. 6 (ITALIANO) (16,2 MiB, 2.751 download)
Registrazione necessaria. Sign-up to download.

  PASTARIA INTERNATIONAL DE (digital edition) 2013 n. 6 (ENGLISH) (19,7 MiB, 1.324 download)
Registrazione necessaria. Sign-up to download.